Classificazione delle locomotive:
i sistemi delle Epoche iii e IV

Il 2° dopoguerra - l'Epoca III

Il sistema DRG rimase in vigore sino al 1949, ma continuò ad essere utilizzato dopo tale data anche dalle neocostituita DB e dalla DR, anche per i nuovi gruppi, fino al 1968. Ovviamente subì delle modifiche. Rispetto all'originale la DB semplificò e rese omogenea la classificazione delle automotrici e sviluppò una classificazione organica per le macchine diesel. La DR si limitò invece a modeste modifiche al sistema di numerazione di locomotive a vapore ed automotrici, a seguito della nazionalizzazione delle ferrovie private nel 1950, per poter inserire i veicoli così acquisiti.

Il 2° dopoguerra - il sistema elettronico e l'Epoca IV

A partire dal 1 gennaio 1968, con l'entrata in vigore del sistema di marcatura UIC per le carrozze (quello per i carri era entrato in vigore nel 1966), la DB adottò un nuovo sistema di marcatura unificato per tutto il materiale motore (comprese le pilota e le rimorchiate delle automotrici) sia esistente, sia di nuova costruzione. Tale sistema, chiamato semplicemente EDV (l'acronimo tedesco per "elaborazione elettronica dei dati)" prevedeva una marcatura a 7 cifre, composta da 6 cifre (suddivise tra numero di gruppo e numero individuale del veicolo) più una cifra di controllo dopo il numero progressivo del veicolo, secondo lo schema: 000 000-0. Nella DB le prime 3 cifre indicavano il numero di gruppo, mentre le altre 3 cifre erano il numero individuale della macchina: la prima cifra del numero di gruppo fungeva da codice indicante il tipo di trazione/tipo di veicolo.
La DR adottò un sistema analogo a partire dal 1 luglio 1970, utilizzando criteri diversi per il codice che indica il tipo di trazione/veicolo, ma ricorse ad uno schema del tipo 00 0000-0 per le sole locomotive a vapore.
I due sistemi sono rimasti in vigore sino al 31 dicembre 1991: dal 1 gennaio 1992, in previsione della fusione di DB e DR nella nuova Deutsche Bahn, il sistema DB è stato esteso ai veicoli ex-DR, con piccole modifiche. Tale sistema è tuttora in vigore per le macchine in servizio interno, mentre quelle per i servizi internazionali sono marcate secondo le norme UIC.

I criteri della classificazione EDV - Il sistema DB (1968)

Con l'adozione del sistema EDV nel 1968, la DB procedette alla riclassificazione dei veicoli esistenti in base ai seguenti criteri:

Le cifre del "codice trazione" erano dieci - da "0" a "9" - ed avevano il seguente significato:

Numero di codice Tipo di veicolo Numero di codice Tipo di veicolo
0 Locomotiva a vapore 5 Automotrice ad accumulatori
1 Locomotiva elettrica 6 Automotrice diesel
2 Locomotiva diesel 7 Schienenbus*
e veicoli di servizio
3 Locomotiva diesel a bassa potenza (da manovra) 8 Pilota/rimorchiata per automotrice elettrica°
4 Automotrice elettrica 9 Pilota/rimorchiata per automotrice diesel
*automotrice leggera a 2 assi ("autobus su rotaie")
°comprese quelle ad accumulatori

Tutti i gruppi erano ora preceduti dalla sigla BR (prima usata solo per le vaporiere), che però non veniva riportata sulle targhe/nei numeri di servizio. Con il nuovo sistema, quindi, la BR 01 (a vapore) divenne BR 001, la E 03 (elettrica) divenne BR 103, la V 200 (diesel) divenne BR 220 e così via. Per quanto riguarda le riclassificazioni, le più importanti furono queste:

Tipo di veicolo Prec. classificazione Nuovo gruppo Criterio
Locomotiva a vapore BR 01.10 BR 011
BR 012
alimentazione a carbone
alimentazione a gasolio
Locomotiva a vapore BR 41 BR 041
BR 042
alimentazione a carbone
alimentazione a gasolio
Locomotiva a vapore BR 44 BR 043
BR 044
alimentazione a carbone
alimentazione a gasolio
Locomotiva a vapore BR 50 BR 050
BR 051
BR 052
BR 053
ex BR 50 001÷999
ex BR 50 1000÷1999
ex BR 50 2000÷2999
ex BR 50 da 3000 in poi
Locomotiva diesel V 160
V 162
V 169
BR 216
BR 217
BR 219
locomotiva di serie
generatore ausiliario
turbina a gas

Il sistema, ovviamente, fu direttamente applicato a tutte le nuove locomotive consegnate a partire dal 1 gennaio 1968.

I criteri della classificazione EDV - Il sistema DR (1970)

Nel sistema adottato dalla DR a partire dal 1 luglio 1970, i "codici trazione" erano solo 3:

La scelta di non usare un "codice trazione" per le locomotive a vapore rese necessario portare a 4 cifre il numero individuale di questa categoria di macchine, per avere le 6 cifre richieste dal sistema EDV, aggiungendo una cifra iniziale secondo lo schema seguente:

Inoltre le vaporiere dei gruppi con cifra iniziale "1" (es. le BR 19) e "2" (es. le BR 24) in base al nuovo sistema sarebbero risultate, rispettivamente, locomotive diesel (codice "1") o elettriche (codice "2")! Così i gruppi per i quali si presentava questo problema furono rinumerati come segue:

Il sistema EDV, ovviamente, fu direttamente applicato a tutte le nuove locomotive consegnate a partire dal 1 luglio 1970.
Per quanto riguarda le altre categorie di macchine, la nuova marcatura seguiva lo schema 000 000-0 ed implicò la ridenominazione di molti gruppi, specie tra le macchine diesel e le automotrici. Per quest'ultime ovviamente la prima cifra indicava il tipo di trazione, mentre la seconda cifra indicava:
- il tipo di alimentazione (7 per la CC e 8 per la CA) per le elettriche
- la produzione (7 per la DDR, 8 per quelle di anteguerra) o il tipo (9 per pilota ed intermedie) per le diesel.
La terza cifra serviva per distinguere i gruppi in funzione della classificazione precedente. Alcuni esempi serviranno a chiarire questo punto:
- ET 166 --> BR 276 ed ET 167 --> BR 277: automotrice elettrica (2), a CC (7), gruppo 6 o gruppo 7
- VT 2.09 --> BR 171 e VT 2.09.1 --> BR 172: automotrice diesel (1), prodotta nella DDR (7), gruppo 1 o gruppo 2.

I due sistemi a confronto

Una tabella che confronta i due sistemi, riferendosi - ogni qualvolta possibile - a locomotive con analoga classificazione pre-EDV, aiuterà a capire le differenze:

Tipo di veicolo DB/DR
(fino al '68/'70)
codice DB DB
(dal 1968)
codice DR DR
(dal 1970)
Locomotiva a vapore BR 01 0 BR 001 assente BR 01
Locomotiva elettrica E 44 1 BR 144 2 BR 244
Locomotiva diesel V 200 2 BR 220 1 BR 120
Locomotiva diesel bassa pot. Kö III (DB)
V 15 (DR)
3 BR 333 1 BR 115
Automotrice elettrica ET 25
4 BR 425 2 BR 285
Automotrice ad accumulatori ETA 150 5 BR 515 2 n.a.
Automotrice diesel VT 24 (DB)
VT 137 (DR)
6 BR 624 1 BR 185
Schienenbus e veicoli servizio VT 98 (DB)
VT 2.09 (DR)
7 BR 798 1 BR 171
Pilota/rimorchiata traz. elettrica ES/EB/EM 25 8 BR 825 2
BR 285
Pilota/rimorchiata traz. diesel VS 24 (DB)
VS 145 (DR)
9 BR 924 1
BR 195